Mascali 1928


Vai ai contenuti

Presentazione


Agli inizi degli anni cinquanta dello scorso secolo, lo scrittore Carlo Levi, recandosi in treno da Taormina a Catania, osserva con stupore " una striscia nera" che interrompe la splendida distesa dei verdi agrumeti .

E' "la sciara di Mascali" ovvero la colata lavica che nel 1928 discese velocemente il fianco orientale dell'Etna fino quasi a raggiungere il mare ricoprendo centinaia di ettari di fertile campagna e distruggendo quasi interamente l'antica cittą di Mascali.

Ancora oggi quella striscia nera, punteggiata dal giallo della ginestra in fiore e ferita sempre pił spesso da impietose cave, ci ricorda quanto sia affascinante e nel contempo rischioso abitare sul pił grande vulcano attivo d'Europa.

Questo sito vuole dare un contributo, sebbene modesto, alla conoscenza della pił distruttiva eruzione Etnea degli ultimi quattro secoli, affinchč la memoria di quei giorni lontani non solo non venga cancellata ma diventi per i giovani di oggi stimolo per amare e valorizzare la terra dei propri avi.





Torna ai contenuti | Torna al menu